· 

Nutrizione di Qualità per Bambini Sani...

Ciò che tutti i genitori devono sapere...

 

Il periodo tra 2 e 18 anni è il periodo che si definisce di sviluppo. Durante questo periodo, i bambini vanno incontro ad una enorme fase di crescita e sviluppo, sia fisicamente, che cognitivamente.

 

A causa della crescita e dello sviluppo che avvengono in questa fase della vita, è importante che i bambini ricevano i nutrienti di cui hanno bisogno per costruire un corpo ed una mente forti. Buona nutrizione e benessere vanno di pari passo; questo non solo assicurerà che raggiungano il massimo potenziale fisico, ma anche il massimo potenziale intellettivo, nella sfera delle emozioni e del comportamento, oltre che il raggiungimento delle mete sociali.

 

Sfortunatamente, i dati a disposizione ci dicono che la maggior parte dei bambini non ottengono ciò di cui hanno bisogno dalla loro alimentazione.

 

Uno studio recente, condotto da alcuni ricercatori australiani, ha mostrato che i bambini di età compresa tra 9 e 10 anni ricevono almeno il 50% del fabbisogno energetico giornaliero dal cibo spazzatura, ricco di grassi, sale e zucchero, e consumano più di 150 g di zucchero al giorno (equivalente a circa 38 cucchiaini di zucchero). In aggiunta, il 91% dei bambini mangiano meno delle porzioni di verdura raccomandate ogni giorno.

 

Negli Stati Uniti, l’introito di zuccheri aggiunti e di acidi grassi saturi e trans nei bambini eccede le raccomandazioni riportate nelle Linee Guida alimentari americane. Allo stesso tempo, i bambini non rispettano i livelli raccomandati di grani integrali, verdure, prodotti caseari e nutrienti importanti. I nutrienti importanti, come calcio, fibra alimentare, potassio e vitamina D, sono identificati nelle linee guida come nutrienti con basso introito nella popolazione, tanto da rappresentare una preoccupazione per la salute pubblica.

 

Le linee guida inoltre, riportano un consumo raccomandato di 7-9 porzioni di frutta e verdura per i bambini dai sei anni in su e per i teenager, ma un report pubblicato da US Centers for Disease Control and Prevention ci dice che gli adolescenti consumano in media 2,3 porzioni di frutta e verdura al giorno.  In aggiunta, i risultati di un’indagine sull'esame della salute e della nutrizione nazionale, riportano che meno dell’1% dei bambini rispetta le raccomandazioni giornaliere di grani integrali!  Anche se la nutrizione dei bambini si basa sugli stessi principi di quella degli adulti, i bambini hanno bisogno di quantitativi diversi di nutrienti specifici durante gli anni di sviluppo.

Quali sono i nutrienti principali per i bambini su cui focalizzarsi? Diamo un’occhiata a ciò che ci mostrano gli studi recenti pubblicati in letteratura scientifica.


L’ABC dello stare sani

Secondo l’USDA (Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti), i bambini di età compresa tra 4 e 18 anni hanno bisogno di 1-2 “cup” di frutta e 1-3 di verdura al

giorno, equivalenti a circa 7-9 porzioni, sulla base del particolare tipo di frutta e verdura.

 

La buona notizia è che la più recente indagine sulla salute mostra che i bambini stanno mangiando più frutta e verdura, ma la notizia cattiva è che nessuna di queste raccomandazioni viene comunque rispettata. Frutta e verdura sono fonti importanti di vitamine e minerali.

 

Inoltre, forniscono anche nutrienti critici per l’immunità e per la protezione dallo stress ossidativo. I bambini attivi, come quelli che fanno sport, hanno un’alta attività metabolica, il che rende i nutrienti sopra menzionati ancor più importanti al fine di proteggere le cellule dal danno ossidativo. Inoltre, poiché i bambini sono spesso esposti ai germi a scuola e nei parchi giochi, fornirgli dei nutrienti per supportare l’immunità può aiutare a ridurre il rischio che si  ammalino.

 

Nutrienti liposolubili come carotenoidi, vitamine A, D ed E e nutrienti idrosolubili, come vitamina C e polifenoli, inclusi i flavonoidi, giocano un ruolo critico nel benessere dei vostri bambini e dovrebbero costituire una parte importante della loro alimentazione.


Felici, Sani e Ben Educati!

 

E’ ormai comprovato che il DHA contribuisce al mantenimento di una funzione cerebrale normale e che quello fornito dalla madre durante la gravidanza e l’allattamento contribuisce al normale sviluppo del cervello del feto e del neonato.

 

Il DHA costituisce fino al 15% di tutti gli acidi grassi nella corteccia frontale del cervello. Ci sono inoltre nuovi studi i cui risultati sono promettenti e mettono in evidenza l’importanza di introiti adeguati di omega-3 durante gli anni dello sviluppo. 

 

Al momento non ci sono linee guida ufficiali sul quantitativo di acidi grassi omega-3 che i bambini dovrebbero assumere. Comunque, l’USDA raccomanda da 85 a 225g di pesce a settimana, in base all’età del bambino, in particolare pesce grasso (come salmone, tonno e sgombro) ricco di omega-3. Rispettare queste raccomandazioni settimanali di pesce ricco di omega-3, significa assumere approssimativamente 250-500mg totali di acidi grassi omega-3 al giorno. Nonostante l’importanza degli acidi grassi omega-3 per i bambini, solo in pochi riescono ad inserire le giuste porzioni di pesce nella loro alimentazione. In una recente analisi di dati da 2.500 bambini di età tra 12 e 60 mesi negli Stati Uniti, meno del 54% dei bambini risultava aver mangiato pesce almeno una volta nel mese precedente. Questo indica una palese carenza, che può minare il benessere e lo sviluppo dei nostri bambini




Per amore delle proteine..

Spesso consideriamo l’introito di proteine legato esclusivamente ai muscoli. Molte persone restano sorprese quando apprendono che le proteine fanno molto più che semplicemente costruire nuova massa muscolare. Per gli adulti, così come per i bambini, è fondamentale assumere quantità adeguate di proteine, insieme a quantitativi bilanciati di altri nutrienti. Bilanciare l’introito proteico con l’energia dai grani integrali e dai grassi buoni assicura che le proteine che mangiamo vengano rese disponibili per il mantenimento di ossa e muscoli, piuttosto che essere bruciate per produrre energia. Una dieta variata ed equilibrata assicura inoltre che si rendano disponibili nutrienti utili a convertire gli aminoacidi nelle componenti strutturali e nei muscoli del nostro corpo. I bambini in generale hanno bisogno di più proteine per Kg di peso corporeo rispetto agli adulti per supportare il loro più veloce tasso di crescita. E’ pertanto importante assicurarsi che assumano il giusto quantitativo di proteine ogni giorno....Troppo poco ed il corpo utilizzerà i muscoli per ottenere gli aminoacidi di cui necessita!  

 

Quante proteine dovrebbero assumere i bambini?

L’Institute of Medicine raccomanda che dal 10 al 30% dell’introito calorico di un bambino da quattro anni in su debba provenire dalle proteine. I fabbisogni possono incrementare quando si arriva all'adolescenza o quando i bambini fanno sport.

 

Inizia in modo Intelligente, con la Colazione.

La colazione è il più importante pasto del giorno, ma sfortunatamente è anche uno dei pasti che viene più comunemente saltato, soprattutto dai bambini e dagli adolescenti. Questa non solo è un’abitudine poco sana, ma può essere dannosa per la crescita, lo sviluppo, il rendimento scolastico e la capacità di controllare il peso. I bambini che saltano la colazione tendono ad assumere meno nutrienti rispetto a quelli che la fanno, in particolare vitamine A e C, riboflavina, calcio, zinco e ferro.16 Vari studi mostrano inoltre che i bambini che non fanno colazione hanno tipicamente uno scarso rendimento in classe ed hanno un più alto rischio di essere in sovrappeso.

 

E’ difficile rimanere concentrati quando i livelli di glucosio nel sangue sono bassi, quindi i bambini che saltano la colazione riscontrano di avere meno energia, più problemi a restare attenti, o diventano irritabili, scontrosi ed aggressivi. Per cui, preparare per i vostri bambini una colazione veloce, nutriente ed appagante al mattino farà la differenza per il vostro bambino in classe.

 


I fattori chiave per avere ossa sane

 

Si pensa spesso che i problemi ossei siano legati all'età avanzata, ma bisogna riconoscere che le fondamenta per il benessere delle ossa vengono gettate durante gli anni dell’infanzia. Il messaggio chiave che viene lanciato da tutti gli esperti è che una corretta nutrizione per tutta la vita può fare la differenza nel benessere delle ossa.

 

Il picco di massa e sviluppo osseo è geneticamente predeterminato. Comunque, la giusta nutrizione può aiutare i bambini e gli adolescenti a raggiungere il pieno potenziale genetico per un benessere osseo ottimale.

 

L’adolescenza è un periodo particolarmente critico per lo sviluppo scheletrico, durante il quale viene accumulata più della metà della massa ossea. Un recente articolo, che riassume il ruolo che la nutrizione gioca nello sviluppo e nel mantenimento di ossa sane, descrive alcuni dei nutrienti chiave di cui si ha bisogno durante questa fase.

 

Il Calcio non è solo necessario per il mantenimento di ossa sane, ma anche per il contributo alla normale neurotrasmissione ed alla normale funzione muscolare. I bambini di età tra i 4 e gli 8 anni dovrebbero assumerne 1.000 mg/ giorno, mentre i bambini più grandi e gli adolescenti (9-18 anni) dovrebbero arrivare ad assumerne 1.300 mg/giorno.


Teoricamente, non dovrebbe essere difficile rispettare questi livelli, considerato che un bicchiere di latte o uno yogurt possono fornire fino a 300 mg di calcio. Eppure, rispettare questa raccomandazione giornaliera continua ad essere una sfida per la maggior parte dei bambini.

 

Dati del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 2005-2006 mostrano che più dell’85% delle ragazze adolescenti dai 9 ai 13 anni negli Stati uniti non rispettano le raccomandazioni giornaliere di calcio.

 

La Vitamina D è necessaria per la normale crescita e il normale sviluppo delle ossa nei bambini. Essa contribuisce al normale assorbimento ed alla normale utilizzazione del calcio ed al mantenimento di normali livelli ematici di calcio. Introiti insufficienti di questa vitamina “del sole” sono molto frequenti tra i giovani, a tal punto che le autorità sanitarie raccomandano l’uso di integratori per i neonati e i bambini piccoli, per aiutarli a raggiungere le dosi giornaliere raccomandate di 400 UI per i neonati sotto l’anno d’età e 600 UI per i bambini con più di un anno e per gli adolescenti.

 

 

• Le Proteine costituiscono fino al 50% del volume osseo ed una fornitura giornaliera di proteine con la dieta si rende quindi necessaria per il mantenimento di ossa sane.

La verità sull'integrazione nutrizionale nei bambini.


Idealmente, i bambini potrebbero assumere tutti i nutrienti di cui hanno bisogno attraverso il cibo che mangiano, ma i dati mostrano che questo non sta accadendo. I genitori cercano di aiutare i loro bambini a colmare le loro carenze, fornendo loro cibi ricchi di nutrienti, che hanno un alto valore nutrizionale e un basso apporto di calorie vuote da zuccheri aggiunti e grassi trans e saturi.

 

Ciò nonostante, questo non è sempre possibile, né realistico.  Purtroppo, i cibi processati che costituiscono la maggior parte dell’alimentazione occidentale, sono spesso poveri di quei nutrienti di cui i bambini hanno particolarmente bisogno.

 

In realtà, uno studio del 2008 condotto in Canada ha mostrato che l’89% degli alimenti in commercio destinati all'alimentazione dei bambini sono caratterizzati da una bassa qualità nutrizionale, - ricchi di zuccheri, grassi e sodio - nonostante sull'etichetta riportino affermazioni come “fonte di sei nutrienti essenziali” o “fonte di calcio”.

 

Inoltre, i genitori spesso lamentano quanto difficile sia far sì che i loro bambini mangino i cibi buoni per loro. Ecco dove l’integrazione può inserirsi.

 

Gli integratori da fonti alimentari integrali offrono la nutrizione di cui i bambini necessitano nell'equilibrio sinergico previsto dalla natura. Quindi, i genitori devono impegnarsi a fornire una alimentazione sana ai loro bambini, ed allo stesso tempo devono riconoscere che gli esperti di nutrizione concordano che gli integratori possano aiutare a colmare le carenze, in particolare se il bambino ha poco appetito o è schizzinoso rispetto al cibo.

Sonno & Attività Fisica!

Insieme ad una alimentazione nutriente e ben bilanciata, i bambini dovrebbero fare almeno 60 minuti di attività fisica ogni giorno e dormire bene per assicurare una crescita ed uno sviluppo corretti. L’attività fisica dovrebbe includere una parte aerobica ed una parte di potenziamento muscolare (addominali e piegamenti) ed osseo (salti con la corda o corsa).

 

Un sonno di qualità è cruciale per i bambini, poiché molte importanti funzioni cognitive e di crescita avvengono soltanto durante il sonno. Una privazione del sonno prolungata può avere un impatto negativo sulla memoria e sulla concentrazione, può indebolire il sistema immunitario, portare ad uno squilibrio emozionale, a problemi nell'apprendimento e nel comportamento e può aumentare il rischio di ipertensione, obesità, diabete e problematiche di salute mentale. 

 

Vi state domandando di quanto sonno hanno bisogno i vostri bambini?

L’American Academy of Sleep Medicine ha recentemente rilasciato una serie di linee guida per aiutare i genitori a capire qual è la quantità giusta.


Bibliografia.

 

1.Whitrow MJ, et al. Core food intakes of Australian children aged 9-10

years: nutrients, daily servings and diet quality in a community

cross-sectional sample. J Hum Nutr Diet. 2016 Mar 29.

 

2. US Department of Agriculture and US Department of Health and

Human Services. 2015-2020 Dietary Guidelines for Americans. 8th ed.

Washington, DC: US Government Printing Office; December 2015.

 

3. US Centers for Disease Control and Prevention State Indicator Report on

Fruits and Vegetables 2013. 2013 May; 8.

 

4. Albertson AM, et al. Whole grain consumption trends and associations

with body weight measurements in the United States: results from the

cross sectional National Health and Nutrition Examination Survey

2001-2012. Nutr J. 2016 Jan. 15(8). doi:10.1186/s12937-016-0126-4.

 

5. Keim SA, Branum AM. Dietary intake of polyunsaturated fatty acids and

fish among US children 12–60 months of age. Matern Child Nutr. 2015

Oct;11(4):987-98.

 

6. Institute of Medicine. Dietary Reference Intakes for Energy, Carbohydrate,

Fiber, Fat, Fatty Acids, Cholesterol, Protein, and Amino Acids

(Macronutrients). National Academies Press: Washington, DC; 2005.

 

7. Bonjour JP. Invest in your bones: How diet, life styles and genetics affect

bone development in young people. Int Osteoporosis Foundation. 2001;3.

 

8. Mitchell PJ, et al. Life-course approach to nutrition. Osteoporosis Int.

2015;26:2723-2742.

 

9. Ross AC, et al. Dietary Intakes for Calcium and Vitamin D. National

Academies Press: Washington, DC; 2011. 349.

 

10. Bailey RL, et al. Estimation of total usual calcium and vitamin D intakes in

the United States. J Nutr. 2010 Apr;140(4):817-22.

 

11. Golden NH, et al. Optimizing bone health in children and adolescents.

Pediatrics. 2014 Oct;134(4):e1229-43. doi: 10.1542/peds.2014-2173.

 

12. Elliott C. Assessing 'fun foods': nutritional content and analysis of

supermarket foods targeted at children. Obes Rev. 2008 Jul;9(4):368-77 Epub 2007 Oct 24.

 

13. The American Academy of Pediatrics. Caring for Your School-Age Child:

Ages 5 to 12. Schoor E. L., editor. New York, NY: Bantam Books; 1999.

 

14. US Department of Health and Human Services. 2008 Physical Activity

Guidelines for Americans. 2008; 15-19.

 

15. Paruthi S, et al. Recommended Amount of Sleep for Pediatric

Populations: A Consensus Statement of the American Academy of Sleep

Medicine. J Clin Sleep Med. 2016 Jun;12(6):785-86.

 

16. Rampersaud GC, et al. Breakfast habits, nutritional status, body weight,

and academic performance in children and adolescents. J Am Diet

Assoc. 2005 May;105(5):743-60.

17. Adolphus K, et al. The effects of breakfast on behavior and academic

performance in children and adolescents. Front Hum Neurosci.

2013;7:425.

Scrivi commento

Commenti: 0